« Perseveranza: la chiave del successo. | Principale | "Unleash the Power Within" »

mercoledì 13 giugno 2007

Commenti

stefano rotella

....chi ha smesso di imparare ha smesso di vivere....
riecheggia nell'aria questa motto che oggi è quello di PGROWING ma che lo è stato per qualcuno da molto prima...
ho l'onore di essere il primo a depositare un comento sul corso del 9 giugno (premetto che ho partecipato anche se le foto non rendono testimonianza) e ci tengo personalmente ad aprire con questo termine: OPPORTUNITà...
perchè opportunità? perchè credo che quando si parla di formazione nessunoi la mattina si svegli con l'insaziabile desiderio di iscriversi ad un corso di formazione; al contrario invece, come è successo e succede per me, la differenza la fà che ti stimola a frequentare un corso, che ti sensibilizza, che ti VUOL DARE UN'OPPORTUNITà DI CRESCITA... perchè in fondo questo è--
Alessandro i miei COMPLIMENTI, le mie CONGRATURAZIONI, la mia GRATIRTUDINE...e qualsiasi terminologia io possa inserire in qusto breve commento non sarebbe mai sufficientemente corretta per rendere giustizia all'esperienza di crescita che sabato hai fatto vivere a me personalmente ed ad ognuno di noi li presenti...
i contenuti erano centrati e ben distribuiti e rendere noi partecipanti attivi e come dice la parola stessa "partecipi" al corso è stata una delle chiavi del successo del corso..
ogni singolo individuo dovrebbe accrescersi e sfidarsi nella propria crescita personale....parole che sento spesso dire ma che non trovano mai riscontro nella realtà...
appena si accenna ad un corso di formazione che è benzina per le cellule semimorenti del nostro cervello, subito ci facciamo sotterrare dai dubbi e dalle incertezze.. dal voler saper tutto prima di partecipare, o ancor peggio di non partecipare per i dubbi di un'altra persona che forse nemmeno mai è stta a quel corso (forse mai nemmeno ad un corso aggiungo io)
se abbiamo un piccolo male legato alla salute del nostro fisico siamo subito da dottori e specialisti....mai però andiamo a dare ossigeno all'unico motore che veramente è in grado di influenzae tutto il nostro corpo: il cervello.
concludo rinnovando nuovamente i complimenti per la riuscita del corso e per l'impegno e la perseveranza che hai avuto durante il tuo cammino fin qui svolto per mettere il primo gradino di un sogno ancor più grande...
molti sognano di fare grandi cose..pochi altri si alzano e cominciano a farle...
arrivederci al prossimo corso...

Simona Crimi

Sono felicissima di poter lasciare anche la mia testimonianza in merito al corso di Sabato 09 Giugno. Quando mi è stato chiesto, da chi non c'era, com'era stato il corso, la mia prima risposta è stata: "una delle esperienze più belle della mia vita"... Può sembrare esagerato, ma, almeno per quanto mi riguarda, durante quella giornata, ho avuto modo di riflettere sulla mia vita, sulla mia persona, su quello che voglio e come lo voglio raggiungere.. Quante occasioni abbiamo per fermarci a riflettere cosa vogliamo dalla nostra vita? Io credo poche... e Alessandro mi ha dato l'OPPORTUNITA' di farlo.
Quello che voglio dire è che quando si presenta l'OCCASIONE di fare esperienze di questo tipo, prima di dire "no", "che ci vado a fare", "perdo solo tempo"... forse è il caso di pensarci un po' su e di non escludere questa possibilità a priori. Io l'ho fatto, ho accettato "la sfida" e non sono per niente pentita.

Alessandra

Ho partecipato al corso (tra l’altro il mio primo corso di formazione) piena di entusiasmo perchè la mia stima nei confronti di Alessandro è incondizionata ed ero certa che sarebbe stato meraviglioso... ma la realtà è andata ben oltre ogni più rosea aspettativa! E’ stata una esperienza unica e non credo esista parola in grado di esprimere ciò che mi è stato trasmesso: ho avuto la possibilità di guardarmi dentro onestamente, di riflettere su me stessa e su quelle che sono le mie priorità ed ho particolarmente apprezzato il fatto di non essere stata una semplice “spettatrice” ma “attrice” vera e propria del corso.
Questo mi ha portato ad un ulteriore spunto di riflessione: dobbiamo essere “attori” e non semplici “spettatori” della nostra vita che, come già detto in un altro post, deve diventare la continua realizzazione dei nostri sogni!
Condivido quanto espresso da Stefano in merito alla formazione; mio padre mi ha insegnato che nella vita bisogna sempre cercare di migliorarsi e ritengo che questi corsi possano essere una valida possibilità di miglioramento. Mi piace pensare al cervello come ad un muscolo che deve essere continuamente allenato altrimenti rischia di atrofizzarsi; abbiamo più di 100 miliardi di neuroni, cerchiamo di stimolarli tutti! Per riallacciarmi alle opportunità... Demostene diceva che “Spesso le grandi imprese nascono da piccole opportunità” quindi cerchiamo di cogliere le “piccole opportunità di crescita” che ci vengono offerte con l’umiltà di chi sa che non esistono saperi “completi” e che la vita deve essere una continua costruzione di noi stessi perchè il giorno in cui diciamo “mi sono costruito”… siamo morti, non biologicamente, ma siamo morti!
Grazie ad Alessandro e a tutti i partecipanti al corso che hanno condiviso con me questa esperienza unica!

Flavia

Con un enorme ritardo (tipico di noi matematici) ma adesso eccomi qui... quindi puoi continuare a considerarmi un'amica! Ci tenevo ad inserire una poesia di Neruda che si commenta da sola:

CHI MUORE (ODE ALLA VITA)
Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia marcia, chi non rischia
e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.
Lentamente muore chi fa della televisione un suo guru.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita
di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova la grazia in sè stesso.
Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,
chi non si lascia aiutare.
Muore lentamente chi passa i giorni a lamentarsi
della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che non conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivi
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà
al raggiungimento di una splendida felicità.

Ogni verso di questa poesia ha un immenso significato e spesso nella vita ci facciamo prendere un pò troppo dagli eventi e non ricordiamo quali sono le cose più importanti per cui vale la pena vivere... le piccole cose di ogni giorno! Grazie perchè ci sei sempre, grazie perchè anche se ci separano tanti kilometri posso sempre contare su di te!

Un amico da Roma...

Non c'è che dire... cogli nel segno, e questo fa felice un amico che è stato testimone della tua "alba", anche se ora il tuo procedere è nettamente più veloce delle possibilità di incrociarti... Va bene così, so che quando e dovunque sarà, ogni volta che sarà, saprò che non sei cambiato. Se è vero che grandezza e profondità trovano la loro più nitida forma di conferma quando servono per riconoscerne in qualcun altro la presenza, allora ti dico che a prescindere dal punto di vista dal quale ti si guardi, sei grande e sai dare profondità alle tue emozioni.
Continua a viaggiare, amico mio...

Marco C.

Dopo aver partecipato al corso, l'unica cosa che mi sento di dire è questa:

PARTECIPATE-PARTECIPATE-PARTECIPATE!!!!! E' sicuramente qualcosa di bello ed interessante!!!!

Andrea Madaffari

Per chi non mi conoscesse, io ero uno di QUELLI che diceva:
"La formazione costa e a me non serve".
Tre anni fa il primo corso di formazione al quale ho partecipato con grande scetticismo...
Oggi sono un'altra persona;
oggi ho fame di sapere;
oggi sono UNO che dice:
"LA FORMAZIONE COSTA...MA L'IGNORANZA COSTA MOLTO DI PIU'!!!'"
Grazie Alessandro: oggi grazie alla formazione sono oltre il sogno...

..la solita ammiratrice segreta ;-)..

Sono contenta che il tuo sogno si stia realizzando..sono altrettanto contenta che tutti possiamo giovare di questo tuo sapere..se ero al corso è grazie a te..se sono venuta a londra due volte è grazie a te..e se continuo a crescere e migliorare è solo grazie a te!!è partecipando ai corsi di formazione come "strategie per il successo" che uno capisce interiormente quanto siano importanti ed indispensabili..senza questi purtroppo nn ci si rende conto di quanto si sia aridi e poco brillanti.ci vuole poco per decidere di migliorare la propria vita..l'importante è DECIDERE!!e io ho deciso..xchè chi ha smesso di imparare ha smesso di vivere..al prossimo corso io ci sarò..e, oltre a quelli che erano con me il 9 di giugno,aspetto soprattutto tutti quelli che non c'erano..
complimenti Ale.. CONTINUA COSI'!!

Enzo

Troppo facile e troppo scontato per me elogiare il tuo percorso professionale; sono troppo di parte!!
Mi piace invece insistere su quanto già detto in occasione del corso al quale anch'io, ovviamente, ho partecipato.
Il motivo "scontato" che mi ha portato a partecipare, si è dissolto non appena mi sono reso conto di trovarmi di fronte ad un'occasione mai avuta prima: Apprendere nozioni nuove che,unite alla mia ...Haimè!! "esperienza"
mi consentissero di arricchire il mio bagaglio di conoscenza e
continuare il mio percorso di crescita professionale e non solo.

"Strategie per il successo" Tu sei grande di tuo, ma sei anche un mio (piccolo) successo, ma..come si dice:... La partita più importante e quella che ancora si deve giocare, ed io mi sto attrezzando per affrontarla nelle condizioni migliori.

A te l'augurio che l'impegno profuso nel perseguire questo tuo sogno ti porti ad ottenere tutto ciò che meriti.

Concludo con questa citazione: Insegnare significa dimostrare che l'obbiettivo si può raggiungere.
Apprendere vuol dire,raggiungere l'obbiettivo con mezzi propri facendo il proprio personalissimo percorso.
Con stima; tuo padre.


Charlotta

Ciao Ale..Bhè, dopo tutti questi commenti, se già ero convinta che la formazione è parte integrante della crescita di ogni persona, lo sono ancora di più..e di sicuro verrò ad uno dei tuoi corsi!! Sapete qual'è la cosa più bella di tutto ciò..è il fatto che riconosciamo, talvolta anche tardivamente, che questo ci fa del bene sotto tutti i punti di vista e che ci fa sorridere!!!
Un grande abbraccio e W LA FORMAZIONE!!! Ohhh...yessss!!

marzio felandra rai 2

complimenti vivissimi , anche il contadino deve affinare la zappa... w la formazione

La fotografa

E' stata per me una grande fortuna, ma soprattutto, una grande opportunità, l'aver partecipato al tuo corso. In veste di fotografa, non ho purtroppo potuto prestare la stessa attenzione che avrei usato se fossi stata una vera e propria partecipante..mi rifarò nel tuo prossimo corso!
E' grazie a TE, che ho scoperto la formazione;
è grazie a TE, che ho iniziato a capire, di poter essere la regista della mia vita;
è grazie a TE, che ho quindi capito che l'avere dei limiti, può solo bloccare la propria crescita..GRAZIE ALE..GRAZIE, SOPRATTUTTO PERCHè CI SEI..

I commenti per questa nota sono chiusi.

La mia foto

gennaio 2009

dom lun mar mer gio ven sab
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Blog powered by Typepad

BlogRoll