« "Unleash the Power Within" | Principale | Quanto, VERAMENTE, credi in te stesso? »

martedì 9 ottobre 2007

Commenti

versus

Carissimo Ale,mi fa piacere riaprire il blog e vedere un nuovo post(breve ma molto efficace)e approfitto per allacciarmi al tuo discorso che condivido pienamente e che ho potuto testare già un bel po di tempo fà,sulla mia persona.L'agomento "CREDENZA",è uno dei più delicati da affrontare,secondo me.Svolgendo anch'io un'attività dove tutti i giorni incontro parecchie persone,mi capita di ascoltare talmente tanti discorsi dove noto i "disastri" causati dalle credenze limitanti che in un qualsiasi giorno della loro vita,hanno determinato il loro stato attuale di frustrazione o di delusione nei confronti della vita stessa.Uomini o donne condizionati dalle loro stesse parole che non esprimono altro che pessimismo,disgrazie e tragedie o che hanno imposto dei limiti al loro potenziale e alla loro fantasia.In quel momento,accantono il lavoro e incomincio a dare sfogo alla mia"vocazione"di Maestro Saggio e Venerabile(questa è solo una mia credenza).Non sò asprimere quello che provo ogni qual volta riesco a far ricredere una persona.Vedere che qualcuno,grazie alle mie parole,le mie frasi scopiazzate da qualche libro o prese in prestito da te,caro Ale o dal tuo blog o da Robbins o da chiunque altri,cambia anche per un momento la sua espessione del volto e diventa molto più sereno e più disponibile nei confronti miei e della sua stessa vita,non ha prezzo.
Il mio invito,cari Amici del blog,è proprio questo: rivediamo tutte quelle che sono le nostre espressioni verbali,le nostre convinzioni,le nostre credenze appunto.Sono queste le cose che influenzeranno il percorso della nostra vita.Avvranno lo stesso compito che hanno i segnali stradali che ci indicano il percorso per arrivare alla meta prefissata.Poniamoci un traguardo da raggiungere e poi mettiamo noi stessi i cartelli giusti ad indicarci il giusto itinerario,ne abbiamo la piena facoltà,è la nostra VITA.
Vi abbraccio tutti.

Alessandra

Innanzitutto bentrovato e complimenti per il nuovo e interessante post. In merito alle credenze (che sono dei mobili molto carini...) sono convinta che siano proprio le situazioni che viviamo quotidianamente a farcene creare di nuove e modificare le vecchie. Vorrei focalizzare l’attenzione su quest’ultimo aspetto: non c'è il rischio che le nostre credenze diventino “vangelo” e costituiscano un ingombrante filtro tra noi e la realtà? D'altronde le nostre credenze non sono il frutto della nostra interpretazione degli eventi che viviamo? La maggior parte delle nostre convinzioni non deriva da esperienze passate? E proprio per l’enorme potere che hanno le credenze sul modo in cui ci approcciamo alla vita dovremmo imparare ad analizzarle, a metterle continuamente in discussione, a dubitare perchè se vogliamo migliorare è necessario cambiare ciò che ce lo impedisce. Ale hai detto di “scegliere le nostre credenze”... fantastico! Perchè hai usato uno dei verbi più belli della lingua italiana: “scegliere”.. presuppone vi sia sempre un’alternativa!
Concludo con un'esortazione di Robbins: “Cambiare il significato che qualcosa ha per voi cambierà le vostre decisioni. Ricordate che nella vita niente ha un significato, se non quello che voi gli attribuite. Perciò assicuratevi di scegliere consapevolmente i significati che siano più affini alla meta che vi siete scelta."

valeria

Carissimo sono anni che approfondisco il tema delle credenze e della loro immensa potenzialità di cui sono fermamente convinta. Mi riallaccio all'affermazione. "L'aspetto positivo è che noi possiamo scegliere le nostre credenze, crearcene delle nuove e soprattutto distruggere tutte quelle che non aiutano l'aumento del nostro potenziale". Una frase che può dare grande motivazione. Difatto però se in cuor nostro l'emozione è di paura, timore, non sarà mai possibile sotuituire una credenza negativa in una positiva, pochè è il sentimento, l'emozione legata alla redenza che crea la realtà. Per cui la domanda che le pongo è "come si fa a modificare l'emozione".

I commenti per questa nota sono chiusi.

La mia foto

gennaio 2009

dom lun mar mer gio ven sab
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Blog powered by Typepad

BlogRoll