« L'abissale differenza tra COMUNICARE ed INFORMARE. | Principale | "CHI TEME DI SOFFRIRE SOFFRE GIA' DI QUEL CHE TEME" »

domenica 23 dicembre 2007

Commenti

Alessandro Madaffari

BUON NATALE A TUTTI...

Alessandra

I have heard this passage before, its a great one. I wish you a Merry Christmas and a prosperous New Year!

Tanti auguri!

Domenico Versace

Ciao carissimi amici,è un po che non mi faccio sentire sul blog,anche se continuo a seguirlo con interesse.Stavo rimandando anche questo commento a quando avrei avuto più tempo,come ultimamente mi capita di dire sempre più spesso ma mi sono reso conto che il tempo in ogni caso non basta mai e spesso mi privo delle cose che più mi gratificano per correre dietro a cose che sembrano sempre più importanti e urgenti.Caro Alessandro devo dire che con questo post,hai centrato a pieno la mia sensibilità!Le parabole,sono sempre state per me,spunti per incominciare parecchi discorsi,anche impegnativi e soluzioni per tutte le volte che mi sono trovato davanti a una situazione più o meno difficile da affrontare.Sono state parecchie le volte che sono riuscito ad essere d'aiuto a qualcuno con uno di questi racconti,ben fatti e molto semplici da capire,pensati e messi in atto parecchi secoli fa e che da allora producono hanno prodotto sempre ottimi risultati. Grazie per averci voluto regalare una delle storie più significative tra quelle raccontate già 2000 anni fa ma se chi ha l'opportunità di leggerla oggi nel blog o sentirla raccontare,si renderà conto di quanto è attuale. Il senso del sacrificio per poter ottenere la soddisfazione è la linfa vitale che fa transitare la gioia di vivere in ogni essere vivente.Hai proprio ragione a dire che "se Dio ci permettesse di vivere senza nessun ostacolo,saremmo limitati" e se mi consenti io vorrei aggiungere anche "annoiati",senza stimoli o termini di paragone!
La strada per il successo,in qualsiasi modo esso s'intenda,è sempre molto dura e mette sempre alla prova chiunque ha intenzione di intraprenderla ed è proprio questo il senso profondo di questo racconto.Il premio è sempre alla fine di ogni gara e mai all'inizio!La soddisfazione ottenuta è pari allo sforzo e alla fatica impiegata per raggiungerla! Non sempre chi fa qualcosa per aiutaci,anche se lo fa in buona fede,ci arreca vantaggi,anzi...è importante imparare a superare gli ostacoli e non a raggirarli,sarà questo l'unico modo che ci darà la possibilità di "vivere" ma nel vero senso della parola,una vita straordinaria!In bocca al lupo e alla prossima.
Versus

I commenti per questa nota sono chiusi.

La mia foto

gennaio 2009

dom lun mar mer gio ven sab
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Blog powered by Typepad

BlogRoll